MONO 2

 

Muhammad (self-portrait)

Ruth Beraha

 

 

 

opening 1.12.2018 ore 18

fino al 19.01.2019  su appuntamento

 

 

 

 

MONO
è un progetto completamente focalizzato sull’opera. 
Crea le condizioni per non considerare la significazione ottenuta dall’oggetto attraverso la conoscenza dell'artista, dalle logiche dell’atto espositivo e dal suo specifico contesto. 
L’intento di MONO è quindi l’esperimento di un contatto diretto con opere neonate, teso alla comprensione della loro possibile identità futura in un contesto universale. 
Nel corso della stagione 2018-19, MONO propone 5 opere inedite e organizza altrettanti momenti di riflessione pubblica, nei quali un critico legge l’oggetto di analisi senza considerare fattori che non derivino dall’apparenza e dalla sostanza dell’opera stessa.
Per ogni opera è rilasciata una piccola pubblicazione che si compone di due parti interdipendenti. La documentazione visiva è proposta nel momento della presentazione, la trascrizione dell’intervento critico alla fine del periodo di analisi. 
La forma di MONO è quella di un esercizio, ritenuto necessario per ravvivare la costruzione di un pensiero critico non sostenuto o inficiato dalle narrazioni sistemiche del pensiero e dell’immaginario contemporaneo. Non vuole essere un’invettiva contro tali strumenti di diffusione e calcificazione di significato e potere, piuttosto la proposta di un contrappunto possibile.
MONO è autoprodotto da LOCALEDUE, curato da Fabio Farnè e Gabriele Tosi. 
La comunicazione visiva del progetto è realizzata dall'artista Marco Casella.