a cura di Giulia Morucchio e Irene Rossini

opening venerdì 24 febbraio ore 18_21

 

25 febbraio - 18 marzo 2017  su appuntamento: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

LOCALEDUE presenta "Groupshow", un progetto di Marcello Spada. L’artista si avvale del format della mostra collettiva per articolare la compresenza delle diverse autorialità che hanno contribuito a contaminare la sua produzione artistica. La mostra è una composizione di assonanze e richiami che rincorrendosi rendono esplicite le matrici della sua ricerca e, al contempo, ne sottolineano le differenti soluzioni formali ed estetiche. Rifacendosi ad alcuni episodi della storia dell’arte, Spada crea un sottile commento all’idea auratica dell’opera, interrogando i limiti della sua “usabilità”. 

Marcello Spada è un pensatore con l'indole del prestigiatore. La sua ricerca e i suoi interessi lo portano a produrre oggetti e situazioni ambivalenti ed ironiche. Il lavoro di Spada rimanda spesso a una riflessione sulle poetiche di alcuni artisti del dopoguerra e a un’indagine sulle loro intenzioni iniziali. L'artista osserva la metamorfosi ontologica del lavoro artistico, il cambiamento di significato dell'opera una volta che questa viene ridistribuita, ricontestualizzata e riprodotta. Come per i suoi predecessori, anche i gesti di Spada appaiono sottili e talvolta sfrontati, ma il risultato delle sue indagini è spesso frutto dei protocolli stessi a cui si riferisce e che cerca allo stesso tempo di attaccare ed alterare. 

 

Marcello Spada (Bologna, 1984) si forma presso la facoltà di Arti Visive dell'Università IUAV di Venezia e prosegue la propria ricerca alla HfBK Städelschule di Francoforte e al Sandberg Institute di Amsterdam. Tra le sue mostre personali: "Sticky Associations", X-Bank, Amsterdam (2016), "Escape-Pathfinder", Forum 1822, Francoforte (2016), "Lascia il tempo che trova", Artista chiama Artista, La Quadriennale di Roma (2010). Tra le sue mostre collettive: "Naspa Sammlung Raum 2", Naspa, Wiesbaden (2016), "Parked Liked Serious Oysters", MMK Zollamt, Francoforte (2015), "Festival der Junge Talente", Offenbach am Main (2014), "Apollo", Weltkulturen Museum, Francoforte (2013), "Officine dell’Arte", Viafarini, Milano (2012), "Terre Vulnerabili. A growing exhibition", Permanent Revolution, HangarBicocca, Milano (2011), "Antipanic", SpazioSì*, Bologna (2011), "Jim Morrison African Fan Club", Xing, Bologna (2010).